Chi siamo e perché Osservatorio Cultura Lavoro?

cropped-OCL-logo-3.png

Mi chiamo Antonella Salvatore, sono il direttore dell’alta formazione e avviamento alla carriera, docente di marketing, della John Cabot University. Mi occupo di orientamento al lavoro, aiuto i giovani nella costruzione del proprio percorso professionale, curo il rapporto con oltre 600 aziende ed organizzazione partner.

Obiettivo: avvicinare l’università al mondo del lavoro.

Questo blog vuole essere un osservatorio della cultura del lavoro in Italia: l’obiettivo non è quello di studiare i numeri del mercato del lavoro, quanto piuttosto quello di comprendere il lavoro da una prospettiva culturale ed educativa.

La questione lavoro in Italia non è solo una questione di economia e disoccupazione, ma è anche una questione culturale-educativa.

Alla sezione Editoriale si affiancano le sezioni Italia-Mondo e Under 30, che mostrano i punti di vista di manager, imprenditori, volontari, professionisti e giovani disoccupati.

I rapporti OCSE, ma anche gli ultimi dati 2018 ISTAT sulla conoscenza e la formazione, indicano che l’Italia ha ancora un enorme gap da colmare, in ambito professionale, formativo e culturale. Abbiamo un numero molto alto di N.E.E.T. (Not in Education, Employment, Training) ossia di persone che non studiano, non lavorano e non si specializzano; nel rapporto si parla di scarsa connessione del mondo universitario con il mondo lavorativo, uno dei più alti tassi di disoccupazione giovanile.

Non possono esserci crescita e lavoro senza cultura e senza formazione.

Questo osservatorio vuole dare spunti di riflessione su alcuni aspetti:

  • Come mai nel nostro paese occorrono mediamente 5,9 anni, per il 50% dei giovani, per entrare nel mondo del lavoro? (Rapporto OCSE)
  • Quanto è difficile capire che la cultura del lavoro si costruisce favorendo l’integrazione delle razze e la multiculturalità?
  • Come possiamo recuperare il gap culturale ed educativo che abbiamo con gli altri paesi? Perché non aggiorniamo i nostri percorsi scolastici e formativi?
  • Come mai siamo tra gli ultimi in Europa in ambito digital transformation?

Ma il blog studia anche che cosa piace della nostra cultura lavorativa, parla di imprese e persone che sono successi e modelli positivi.

Ringraziamenti per…

gli autori: i loro contributi danno all’ osservatorio molteplici prospettive.

Maria Plateo, per il fondamentale contributo alla costruzione e gestione di questo Osservatorio.

Anastasiia Shmatina, per la realizzazione del logo.

Karol France e Linda Lopez, DOES MATTER PRODUCTION, per la realizzazione del video di presentazione del mio libro “Stressati o sdraiati? Solo in cerca di lavoro”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: